R. Brugnoli, S. De Giorgi, A. Fiorillo: “La psichiatria sociale in Italia: evidenze ed esperienze”

R. Brugnoli, S. De Giorgi, A. Fiorillo: “La psichiatria sociale in Italia: evidenze ed esperienze”

Questo volume viene pubblicato in un momento in cui la psichiatria sociale è tornata prepotentemente in auge. Infatti, i recenti progressi della ricerca psico- biologica hanno contribuito a eviden- ziare la complessità dell’interazione tra fattori sociali e biologici nella genesi dei disturbi mentali, rendendo sempre più labile il confine tra ciò che è sociale e ciò che è biologico. Al rilancio della psichiatria sociale hanno contribuito anche i grandi avvenimenti mondiali di questi ultimi decenni, come la crisi economica, le migrazioni di massa, la globalizzazione, i disastri naturali, la diffusione dei nuovi mezzi di comunicazione.

Inoltre, rispetto al passato la psichiatria sociale di oggi è molto più attenta a ciò che può essere concretamente fatto, su base scientifica anziché ideologica, a livello dell’organizzazione dei servizi, del riconoscimento e della gestione precoce dei disturbi mentali, della presenza nelle scuole e dei luoghi di lavoro per promuovere la salute mentale e, più in generale, a livello del contesto sociale per favorire l’inclusione delle persone con patologie mentali.

È questa nuova psichiatria sociale a essere al centro di questo volume, edito
dalla Società Italiana di Psichiatria Sociale e curato da Andrea Fiorillo, Serafino De Giorgi e Roberto Brugnoli, con la partecipazione di alcuni degli esperti nazionali più autorevoli. Ritengo che la lettura di questo volume possa essere utile non solo agli psichiatri e ai ricercatori attivi nell’area specifica, ma a tutti i professionisti che si occupano, a vario titolo, di salute mentale.

AllegatoDimensione
PDF icon Flyers.pdf2.93 MB